Abbiamo rotto le scatole di F 35A Lighting II Ctol version kit 1409 e Stovl version kit 1425 Italeri scala 1/72

Italeri ha recentemente rilasciato il kit interamente nuovo riproducente l'F 35B stovl. Prendendo spunto da questa nuova uscita vi presentiamo assieme entrambe le scatole che il nostro produttore nazionale realizza in scala 1/72 e dedicate alle due versioni dell'F 35 operanti nelle forze armate nazionali: il reboxing dell F 35A ed il kit nuovissimo appena uscito per l'F 35 B.

Testo e foto di Silvio Pietropaolo. Si ringrazia Pama Trade ed Italeri per i kits messi a disposizione per la redazione di questo articolo. Il presente articolo rientra nella specifica "altre forme di pubblicità" ai sensi della normativa vigente, ogni diritto riservato dell'autore. Modellismosalento e gli autori non percepiscono compenso per la redazione degli articoli di presentazione.

F 35 Lighting II, sarà il punto di forza della difesa aerea per i prossimi 30 anni almeno. Il nostro produttore nazionale, Italeri ha già trattato in dettaglio l'argomento con lo splendido kit dell'F 35 A in scala 1/32 e della variante in scala ridotta 1/72 come da noi già riportato nei nostri articoli. Il precedente kit dell'F 35A in scala 1/72 kit n° 1331 permetteva di riprodurre tre esemplari operativi USAF e riportava le sole coccarde a colori per le nazioni che lo avrebbero adottato. Il kit non permetteva di riprodurre gli esemplari operativi italiani perchè ancora non esistevano ma è ancora valido per riprodurre gli esemplari statunitensi. Il reboxing kit n° 1409 permette di riprodurre in scala 1/72 anche gli esemplari operativi di alcuni operatori non USAF tra cui la nostra Aeronautica Militare.

F 35 A CTOL Version kit 1409

Il nuovo kit 1409 dell'F 35 A Italeri è un reboxing del precedente 1331 di cui mutua le stampate, con qualche differenza che vedremo, e con un foglio decals completamente nuovo. Approfittando dell'uscita del nuovo kit dell'F 35B abbiamo chiesto di poter presentare insieme i due kits per un confronto diretto tra le due scatole. Abbiamo già trattato le peculiarità costruttive dello stampo Italeri dell'F 35A che ripercorreremo velocemente anche in questo articolo e di cui invito a visionare le foto a corredo nella prima gallery sottostante.

La principale differenza tra le i due kits è che la stampata dei trasparenti del nuovo kit è in colore ambra mentre quella del vecchio era trasparente. Per il resto le stampate sono analoghe al precedente kit 1331 per cui anche le considerazioni fatte sono ancora valide ma necessarie di un aggiornamento anche perche dopo di quell'articolo noi l'F 35A vero lo abbiamo visto e toccato.

 Al tatto l'F 35 A è un velivolo a finitura liscissima e setata, la mano scivola sulle superfici e non vi è rilievo tra i bordi a zig zag delle pannellature apribili e parti mobili rifiniti con il R.A.M. di finitura opaca quasi vellutata ed il resto della fusoliera a finitura metallica, color graphite, liscissima e setosa con riflesso quasi opalescente. Molti hanno storto il muso per il rilievo con cui sono riprodotti i bordi pannelli in R.A.M. ma in effetti questo rilievo può facilitare di molto la pitturazione in altro tono di queste linee. sicuramente chi vuole può spianarle ma non lo consiglio. Cosa che invece andrà fatta sulla superficie dell'F 35A CTOL è lisciare la fusoliera dato che su questo aereo la finitura leggermente rugosa dei caccia "normali" non ci sta proprio.

Una cosa che sarà necessario fare sotto le ali dell'F 35A, è quello di riprodurre le piastre di copertura degli attacchi travetti subalari. Queste piastre sono invece perfettamente riprodotte sul kit dell'F 35B che vedremo in seguito. Riprodotto in basso a dx lo scarico dell'APU che ad esempio manca ne kit Kitty Hawk in scala 1/48. Molto belli di questo kit, vani armamento, carelli, ruote ma senza effetto peso, scarico del motore. I flaps sono abbassabili, canopy posizionabile aperto o chiusa come pure le stive armi, all'interno troviamo il turbogetto ed i condotti della prese d'aria. Belli gli armamenti con carichi sia di caduta che aria-aria da mettere nelle stive.

Il reboxing dell'F 35A permette di riprodurre gli esemplari operativi di ben 5 nazioni: USA, Italia, Australia, Olanda ed Israele Grazie ad un Nuovo foglio decals stampato da Cartograph.

Il foglio è ben fatto e completo con un esemplare USAF, Olanda e RAAF e ben due esemplari per Israele ed Aeronautica Militare del 32° Stormo; il 32-05 ed il 32-07 (quello che ho avuto modo di incontrare e fotografare per ben due volte) anche con la colorazione commemorativa dei 100 anni dei gruppi caccia.

Purtroppo anche questo foglietto in scala 1/72 riproduce pedissequamente quel grossolano errore sulle coccarde italiane gia visto (e segnalto ad Italeri) sul foglio decls dell'F 35 A in scala 1/32 dove il distanziale bianco della nostra coccarda è interpretato con un grigio più scuro di quello dell'anello esterno. Evidentemente le lastre che escono da questo file sono erroneamente codificate sul quel dettaglio e producono una percentuale di grigio errata in offset, cosa che non è avvenuta nel nuovo F 35B. Purtroppo la cosa è sfuggita di nuovo e rende le coccarde della versione italiana inservibili. Credo che un foglietto di errata corrige con quattro coccarde corrette sia quantomai necessario.

Per maggiori dettagli vi rimendo alla Gallery sotto ed all'articolo precedente sul kit 1331.

 

F 35 B STVOL Version kit 1425

Il kit dell'F 35B STOVL version è recentissimo, uscito a dicembre scorso e ringraziamo Italeri per avercelo voluto inviare.

La scatola ha una bella Box art (come anche quella dell'F 35A) che riproduce un esemplare Royal Navy in appontaggio; sui laterali i profili delle tre versioni riproducibili ed una molto eloquente vista del modello montato e non dipinto che ci mostra tutte le peculiarità del modello sia in fatto di portelli ed orifizi aperti che in fatto di armamenti in dotazione.

Per chi pensasse che questo F 35B possa essere una versione migliorata dell'F35A precedentemente uscito, bene si sbaglia dato che ci troviamo di fronte ad uno stampo completamente nuovo anche nelle parti che potrebbero essere comuni.

Il kit presenta quattro stampate di cui una per i trasparenti (l'F 35A ne aveva tre).

Sfogliando il manuale una cosa appare subito evidente e cioè che questo F 35B ha interamente riprodotti tutti gli organi meccanici interni che permettono a questo velivolo di decolare ed atterrare verticalmente e rimanere in hovering come un elicottero, Difatti è interamente riprodotto il turboreattore con relativo albero di trasmissione del moto al duct fan verticale, condotti delle prese d'aria, griglie e porteli vari, e doppio condotto di scarico sia in posizione orizzontale di volo che in posizione a 90° verso il basso per il volo verticale.

Particolarmente interessante la dotazione completa di carichi, anche esterni, con tanto di piloni subalari e carrellino porta bombe che ci permetterà di creare interessanti dioramizzazioni sul ponte di volo.

Riguardo le versioni riproducibili abbiamo tre esemplari operativi, del corpo dei Marines degli Stati Uniti, della Royal Air Force ed il primo esemplare della nostra Marina Militare.

Il foglio decals di questo kit è prodotto da Zanchetti e finalmente ci propone coccarde italiane corrette nella successione dei grigi con tanto di pallino scuro al centro.  Questa volta Zanchetti batte Cartograph 1-0.

Belle le anche le versioni USMC e RN con tanto di bandiera nazionale da inserire nella superficie interna bianca della palpebra superiore del Duct Fan. Le decals sono molto buone, lucide, senza bordo con grafiche a registro e ben leggibili.

Ma andiamo alla plastica raffrontando le stampate per far notare che i due stampi sono completamente diversi,

La finitura superficiale dell'F 35B è liscia, la plastica è di colore più scuro, le pannellature in RAM di disegno diverso più definite nel disegno è più piatte, non più basse, hanno lo stesso rilievo ma sono con bordi più netti, alcune sono solo delimitate incise. 

Nella parte inferiore delle semiali sono correttamente riprodotti i tappi per i fori dei piloni subalari.

La stampata A include le due valve di fusoliera e varie parti di motore ed altro tra cui la paratia strutturale in cui si infila il turbogetto del velivolo.

Nel mio caso specifico la valva superiore si era flessa verso il basso in prossimità del punto sottile laterale all'abitacolo per via di un errore d'imbustamento, snervandosi nel punto in cui la plastica si vede sbiancata. Ho subito separato il muso del velivolo dallo sprue liberandolo da quello stato di tensione e poi raddrizzandolo con le mani. Una volta montato non si dovrebbe notare nulla.

Lo scarico ha dettagli sia sul lato esterno che interno, sarà sufficiente un buona colorazione.

I dettagli dell'apparato motore e fan sono molto belli come pure le ruote con cerchi diversi dall'A e con effetto peso.

La stamapata dei carichi e molto bella ed ha anche i piloni ed il carrellino per le bombe. Già me lo immagino vicino al mio Fresia F 40 che ho montato poco tempo fa.

La stampata dei trasparenti è bella limpida ed in colore ambra, ha i frames a rilievo e devo dire che ben riproduce il colore che vediamo in molte foto dell'F 35. Questo F 35B è un kit ben fatto molto bello e che permette di ricavare un bel modello già da scatola e, cosa non da poco, costa quasi 10 euro in meno dell'Hasegawa. Già l'F 35 A ci è subito sembrato un buon kit con cui realizzarti un Lighting II ma questa scatola della versione a decollo corto ed atterraggio verticale è veramente ancora più bella del prima. La sfida nel riprodurre questo velivolo non è certo dover migliorare i buoni kits che troviamo in commercio ma realizzare in maniera credibile la sua particolare finitura. Mi direte:" E che ha di particolare quella finitura? E' grigio scura con strisce più chiare!" Ed io dovrò rispondervi:"...ne siete veramente sicuri?..."

i seguito tutte le foto di entrambi i kits buona visone. 

Gallery Fotografica kit 1409 F 35A Ctol version

Gallery Fotografica kit 1425 F 35A Stovl version

Print