Aeroporto n° 462, Posta Militare 3450, Storia dell'aeroporto di Leverano attraverso documenti e modelli

Domenica 20 ottobre si è svolto a Leverano un'incontro dal titolo insolito quanto intrigante. Modellismosalento con il suo presidente Gabriele Luciani ne sono stati i protagonisti. Vediamo com'è andata.

Testo e foto di Silvio Pietropaolo

 

Organizzato dal Circolo Tandem di Leverano, presso la splendida Torre Federiciana si è svolto un incontro dal titolo tanto ermetico quanto intrigante: Aeroporto n° 462, Posta Militare 3450.

Non tutti sanno che i Campi d'aviazione, aeroporti, idroscali e campi di rischieramento erano identificati da una numerazione, non tutti sanno che il campo 461 era quello di Porto Cesareo (Aeroporto o idroscalo?) e che quello di Leverano era identificato dal 462. Non tutti sanno che in periodo di guerra per spedire una lettera ad un parente non si scriveva l'indirizzo ma si scriveva posta militare ed un numero in modo da mantenere la riservatezza dei luoghi con installazioni militari. La posta a Leverano arrivava se si scriveva il numero 3450

Il nostro Gabriele Luciani ha portato all'attenzione della interessata platea la storia del campo d'aviazione di Leverano, dalla sua costruzione al suo smantellamento con riconsegna dei terreni alla produzione olivo-vinicola a cui erano stati strappati. Tramite la ricerca di documenti alcuni trovati in loco ed altri declassificati dagli archivi militari americani sono stati esattamente ricostruiti i fatti del bombardamento del luglio del 43. Difatti riguardante quell'azione Il nostro presidente ha reperito i documenti del Briefing dell'azione, Il documento di resoconto dell'azione stilato dall'ufficiale intelligence che ha sentito gli equipaggi, la lista dei velivoli che hanno partecipato al bombardamento, 30 B 17 da due gruppi di volo, il resoconto di cosa gli americani hanno trovato a terra una volta arrivati sul posto qualche tempo dopo il bombardamento e qualche foto aerea scatta da alcuni dei velivoli che erano dotati di fotocamere. A condire la serata Associazione Modellismosalento A.P.S. ha portato in esposizione una rappresentanza di modelli in scala dei velivoli italiani di cui si sono avute tracce sul campo d'aviazione di Leverano tra cui gli Spitfire che secondo le cronache ricevettero per la prima volta le coccarde proprio pin terra di Salento

I  modelli esposti realizzati dal presidente e dallo scrivente hanno raccontato le presenze registrate sul campo di Leverano permettendo anche di apprezzare differenze di scala e di colorazioni su alcuni soggetti che ancora oggi sono oggetto di studio tra i modellisti.   

una bella serata con informazioni finora inedite che i presenti nella piccola sala hanno molto apprezzato.

Peccato che eventi del genere sono sempre più rari, e spesso passano inosservati ai più ma la cosa che ci riempie di soddisfazione è che alla fine tutti siamo usciti dalla torre Federiciana con tante cose nuove scoperte e che rimarranno nel nostro bagaglio di esperienza. e poi se volessimo riprodurre uno dei B 17 che hanno preso parte al bombardamento? sapremmo che matricola aveva, come si chiamava e magari troveremo anche una foto.

Buon modellismo da Modellismosalento APS 

Print