Noy’s Miniatures Airbase Tarmac Sheet scala 1/48

logo

Da Israele delle interessanti novità per    l’ambientazione di kits di  velivoli moderni come gli artt. NM 480001 Modern IAF Regular Tarmac ed NM 48004 NATO Tarmac prodotti da Noy Pines

Testo e foto di Gabriele Luciani

hha 1

Non sono pochi i modellisti che ritengono opportuno completare la realizzazione di un modello in scala di un aeroplano ambientandolo in un piccolo diorama, spesso attorniato dal personale intento alla manutenzione del velivolo in questione. Anche in queste occasioni si devono fare degli opportuni distingui: per gli aerei usati dalle varie aviazioni di marina in pratica c’è il ponte di volo delle proprie unità navali, mentre per quelli in servizio durante la seconda guerra mondiale, queste scenette possono essere anche collocate in una base avanzata su terra, sabbia o neve a seconda del particolare teatro operativo. Invece, gli aerei più moderni (con poche eccezioni quali il F.I.A.T. G. 91 o i VTOL) posano i carrelli su aeroporti molto attrezzati e con piste già ben predisposte. Inoltre, i sedimi degli aeroporti militari agli occhi di un profano possono sembrare simili fra loro senza alcun segni distintivo o particolarità mentre spessissimo vengono tracciate sul manto delle piste, tutta una serie di indicazioni per un ottimale movimento a terra non solo dei velivoli ma anche dei mezzi adibiti al loro traino e/o rifornimento, oltre a dare subito contezza dell’ingombro che possono occupare i velivoli una volta parcheggiati.

hha 2

 

Per poter quindi ottemperare all’esigenza di chi vuol ambientare un jet moderno, senza scervellarsi più di tanto, una ditta israeliana, la Noyis Miniatures propone una serie di cartoncini riproducenti con un disegno veramente molto fine e realistico, alcuni settori di aeroporto in uso a diverse forze aeree, sia per le scale 1/72 che per la 1/48, realizzati sulla base di fotografie di piste reali. Nella scala 1/48 il primo articolo, (e non poteva essere altrimenti!) , è la riproduzione di un settore di un aeroporto militare israeliano: il cartoncino misura 39,5 cm x 27,7 cm (un F-4E ad es. riesce ad entrarci in diagonale, Mirage, Kfir ed F.16 sono abbastanza a loro agio, mentre di A 4 possono starcene due). In pratica è la riproduzione di una parte di una “taxiway” in larghe sezioni di cemento, basata sulle foto prese su una base di F.16 della Israeli Air Force (o H.H.A.) con riportati i vari dettagli della superficie originale con la linea bianca che deve seguire il velivolo in movimento, quella gialla per i veicoli di servizio, una griglia per il drenaggio dell’acqua piovana, il particolare di una piccola sezione contornata in rosso che identifica il pozzetto per lo scarico ad es. dell’olio usato. Non mancano poi le macchie sul cemento dovute alle lavorazioni sui velivoli o le strisciate dei pneumatici degli stessi aerei.

nato 1

 

La Noy’Miniature non limita il suo campo di interesse alla H.H.A. ma lo porta anche alle aviazioni della N.A.T.O. con l’art. 48004, una porzione di aeroporto europeo degli anni ’80 in uso appunto ad una delle forze aeree di una delle nazioni aderenti al Patto Atlantico . Praticamente tolto l’EF-2000, su questo cartoncino, anche esso misura 39,5 cm x 27,7 cm , possono essere messi tutti i tipi di caccia in uso in Occidente come il Tornado e l’F.4 che riescono ad entrarci , mentre F-104, F-16, Harrier, Mirage F 1 lasciano un po’ di spazio per eventuali mezzi di contorno. In questo caso oltre alla riproduzione delle grandi sezioni in cemento (sulle quali è riportata le strisce gialle che devono seguire in rullaggio gli aerei) di differenti tonalità c’è anche quella di una sezione di asfalto, la griglia di drenaggio delle acque piovane, due sezioni in cemento armato con anche in questo caso la botola per lo scarico degli oli usati ed una piccola porzione di prato erboso.

nato 3

 

L’ideale sarebbe usare questi cartoncini inserendoli in delle cornici per quadri alle quali naturalmente va tolto il vetro superiore. Chiaramente si deve tener conto però che si tratta di accessori “bidimensionali” e che quindi la loro superficie è forse anche troppo liscia, ma volendoci lavorare un pochino si possono rendere ancora più realistici magari passandoci sopra una mano di trasparente acrilico opaco senza miscelarlo al meglio ma in modo tale da dare un pochino di “buccia d’arancia” oppure scavando un pochino le varie scanalature delle sezioni con una limetta triangolare.

Per maggiori informazioni ed anche per conoscere l’intera gamma dei suoi prodotti, si può contattare all’indirizzo e-mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la Noy’s Miniatures che si ringrazia per il materiale gentilmente fornito in recensione.

Disponibile anche da MBL Modellismo (www.mblmodellismo.it)

Gabriele Luciani

 

 

 

Stampa