Otranto Air show 2019 come decolla ed atterra la PAN

La recente manifestazione di Otranto ci ha permesso di andare a spiare ciò che avviene dietro le quinte dell'Air Show per capire come la nostra Pattuglia Nazionale si prepara all'esibizione.

Testo e foto di Silvio Pietropaolo

Domenica 7 luglio nella splendida cornice del lungomare di Otranto si è svolto l'Air Show 2019 nell'ambito delle celebrazioni della festa patronale. Il programma della manifestazione pure se piuttosto nutrito con 3 ore di attività di volo prevedeva pochi assetti militari e molti assetti civili per cui noi abbiamo giocato d'anticipo andando a vedere le prove della manifestazione sabato ed evitando il forte caldo e la calca di domenica. Le prove hanno visto come assetti militari l'evento Sar a cura del 14° gruppo Sar di Gioia del Colle su HH 139 come sempre emozionante e di grande spettacolarità Pur se il Programma prevedesse passaggio di una formazione di M346 ed una di MB 339 in effetti l'evento 61° Stormo è stato il passaggio di una formazione mista di un M 346 e tre MB 339 CD, così come già vista in sorvolo alla cerimonia della consegna delle Aquile la sera prima a Galatina (di cui parleremo in altro articolo). 

Altro assetto militare è stata la PAN che ha chiuso la manifestazione e l'assetto aeronavale della Gurdia di Finanza che ha però un tantino deluso dato che la componente aerea, un AW 139, è stato messo in overing a punto fisso per tutta l'esibizione mentre un monocarena ed un gommone si inseguivano nel porto. Gli assetti civili erano tutti già visti in terra di salento e tra questi si sono sicuramente distinti l'elicottero Robin R 22 con un display quasi in volo 3D ed il T 6 Texan sempre emozionante. La Pan pur se con soli fumi bianchi come avviene nelle prove ha emozionato come sempre.

Inutile dire che aver giocato d'anticipo per evitare la calca ci ha lasciato la domenica libera...ma senza aerei? Ma non se ne parla proprio! Come sapete noi, come leoni nella savana, le strade le tracciamo e poi gli altri pedissequamente le seguono come formiche o serpentelli striscianti. Per cui pur non essendo spotter macchina in spalla e siamo andati con l'amico Luca delle Canne all'aeroporto di Galatina in testata pista lato finale, per fare qualche foto per me diversa. Non essendo un fotografo professionista le foto prendetele come sono un pò mosse, un pò tagliate male ma vissute con grande emozione e sopratutto abbiamo potuto vedere manovre operative che normalmente il pubblico non vede. I primi a decollare sono stati i quattro velivoli della formazione mista del 346 con i tre MB 339 CD, che hanno subito diretto verso Otranto girando a sinistra sopra Copertino verso lo Ionio.

Successivamente è toccato alla PAN che decolla in due sezioni a freccia di 5 velivoli cadauna.

Con i secondi cinque in disciplinata attesa.

Quando ancora la prima sezione non ha lasciato la pista, si comincia a schierare la seconda sezione.

Mentre la prima sezione stacca la seconda termina lo schieramento.

Anche la seconda sezione è pronta al decollo mentre la prima già in volo vira a sx verso Porto Cesareo sullo Ionio.

Invece la seconda sezione dopo il decollo vira decisa a dx verso Otranto e la costa adriatica.

La prima sezione da sx ci passa sopra volando verso dx e mettersi in linea per il ricongiungimento.

A ricongiungimento avvenuto prova fumi sia tricolore che bianco e si va a fare lo spettacolo su Otranto. Nel frattempo rientrano il 346 ed i tre MB 339 e li avremo sopra di noi per qualche istante.

per tutti arrivo sulla linea pista poi apertura a sx e poi uno ad uno all'atterraggio.

Prima il 346 e poi i 339

Ma non facciamo a tempo di veder atterrare gli assetti del 61° Stormo in men che non si dica l'esibizione su Otranto è terminata ed assistiamo ad un fuori programma con un rientro precipitoso del solista che lascia la formazione e rientra da solo anticipato e di gran carriera, trovandoci anche impreparati.

Intanto la formazione a nove aerei, scaricando i fumogeni, fa un passaggio su Scorrano dove per la festa di santa Domenica si svolge l'annuale gara delle luminarie.

dopo di che inizia la fase di rientro della formazione con la prima sezione a freccia e la seconda sezione a rombo.

quindi avviene il distacco e le due sezioni si allontanano per allinearsi in fila indiana

ed eccoli pronti in finale

per poi prodedere uno ad uno all'apertura a sx.

Ci sono poi passati tutti sopra lenti e sibilanti e la PAN è tornata a casa.

spero che pur sen non proprio perfette le foto Vi possano piacere ed insieme al racconto possano trasmetterVi le emozioni che abbiamo sentito vedendo rientrare i velivoli.

Buon Modellismo   

Print