Caterpillar D12 Motor Grader scala 1/35

Beppe Lorino ci ha abituato a modelli di mezzi da Cantiere che spesso sono anche in uso ai corpi militari del Genio questa volta ci presenta un Caterpillar D12 Motor Grader in versione civile tratto da un kit della versione militare.
Modello testo e foto di Beppe Lorino

Gironzolando su internet, alla ricerca di ispirazioni modellistiche, mi sono imbattuto  nell'immagine di questo modello della Plusmodel, conoscevo la marca per gli accessori, ne avevo già utilizzati alcuni e mi ero trovato molto bene.


Corro sul sito del mio “fornitore”... C'è... Costa un botto e non ho mai pasticciato su un kit in resina... Vado in crisi, che faccio, lo ordino? Non lo ordino?
Alla fine, Banzai, mi butto e...

Costruzione


Il lavoro di montaggio è stato decisamente la parte più complessa, istruzioni disegnate a mano, a tratti molto semplificate, numerazione dei pezzi praticamente invisibile, parti deformate.. Fortunatamente il produttore ha deciso di unire alla scatola un CD con le immagini passo passo della costruzione, cosa che ha molto aiutato la pace dei santi in paradiso!!!


Come mia consuetudine, il mezzo è stato montato per sottoinsiemi (Motore, telaio, abitacolo, organi meccanici..) per agevolare le fasi successive di colorazione. Ho sostituito il piantone dello sterzo e alcuni tiranti, da realizare con filo di rame, con tondini Evergreen dello stesso diametro. Le copertude del vano motore, svergole, sono state eliminate per lasciare lo stesso a vista e, come nella realtà, per evitare problemi di surriscaldamento. I fanali, in un unico pezzo trasparente sono stati incollati ai propri sostegni e le lenti, protette con del maskol prima della pittura.
Qualche levetta e la ventola del radiatore in fotoincisione, completano questa fase.

Colorazione
Plusmodel fornisce, con il kit, decals per due versioni militari, usate dall'esercito statunitense ma io ho optato per un veicolo civile.
Dopo un accurato lavaggio con acqua tiepida e detersivo per piatti, ho steso una passata di primer bianco seguita dal colore di base, marrone rossiccio.


A completa asciugatura, ho spruzzato della lacca per capelli sull'intero mezzo per diminuire la presa del colore finale. Successivamente, una mano di giallo scuro acrilico, abbastanza simile al colore originale di Caterpillar, ha concluso il lavoro ad aerografo.


I dettagli più piccoli, il sedile e le gomme, sono stati dipinti a pennello..

Invecchiamento


Per la lavorazione che più mi diverte, ho utilizato un vecchio pennello a cui ho tagliato le setole per renderle più rigide e con un profilo irregolare, bagnato con una soluzione di acqua tiepida e ammoniaca e sfregato le superfici fino a far riaffiorare il colore di fondo.
In base alla zona da trattare, si puo insistere o meno, creando scrostature molto realistiche.
Sulla benna e l'erpice, le parti più soggette all'usura, ho rimosso quasi tutta la vernice gialla e ho simulato il metallo nudo con una matita dalla mina morbida.


Con gli oli ho ripreso le varie giunture, evidenziato i bulloni e creato colature e accumuli di grasso sulle parti mobili.
Del pigmento color terra, misto a sabbia e vernice trasparente opaca, simula il fango incastrato tra i tasselli delle ruote e sulla benna.

Conclusioni
Essendo il mio primo kit in resina, ritengo la lavorazione di questo soggetto una vera sfida, di cui sono molto soddisfatto del risultato!

Buon Modellismo

Print