4 Novembre nella festa delle Forze Armate la Gente del Salento festeggia il 61° Stormo

L'Aeronautica Militare è rinata dopo la II guerra mondiale in terra Salentina. Da sempre forma i suoi piloti nella terra e nei cieli del Salento. E' bastato aprire i cancelli per poche ore perchè l'affetto della gente Salentina nei confronti del 61° Stormo dilagasse per il piazzale e rimanesse come ricordo indelebile di una vera giornata di festa sincera.

Testo e foto di Silvio Pietropaolo. Si ringrazia il Comando del 61° Stormo.

Il 4 Novembre è una ricorrenza che ci fa riflettere su ragazzi e ragazzi morti per permettere oggi all'Italia di essere una nazione libera, che ci fa riflettere su ragazzi e ragazzi che anche oggi sono impegnati in patria ed in giro per il mondo per portare conforto e libertà.

Ma senza andare troppo lontano e rimanendo quì a Galatina, a dieci km da Lecce nel caldo Salento, ci piace raccontare questo 4 novembre  al 61° Stormo per quello che semplicemente è stato e cioè una bella festa di popolo.

In fondo per fare una festa basta poco ci vuole un luogo con delle attrattive, della professionalità ed un pò di cordialità ed ospitalità. Tutti ingredienti che fanno parte integrante dell'essenza stessa dell'Aeronautica e della sua Gente. Per cui per fare una festa non servono banchettti o investimenti economici ma basta aprire un cancello e portare sul piazzale i propri strumenti di lavoro, di quel mestiere che molti considerano il lavoro più bello del mondo.

Stiamo passeggando nel grande piazzale per raggiungere l'area della mostra statica e mentre camminiamo ci rendiamo conto di fare i turisti-reporter in mezzo a gente che fa festa lavorando come sempre in modo discreto e professionale.

Per cui mentre passeggiamo col nostro fare a metà tra turista della domenica e spotter dilettante ci rendiamo conto che stiamo passando tra un hangar dove ben sette velivoli sono contemporaneamente in manutenzione e la linea di volo dove atterraggi e decolli si susseguono in maniera frenetica in un modo che risulta sconosciuto a noi comuni mortali che non ci possiamo mai staccare da terra.

La scuola di Volo di Galatina sede del 61° Stormo è in fase di trasformazione ed è entrata in una nuova era delle sua storia. Il progetto di Scuola di Volo Internazionale per i paesi dell'area Mediterranea, NATO e non solo si sta concretizzando e richiede un rinnovato impegno agli uomini delllo Stormo.

Tale impegno è risultato subito evidente dall'intensissima attività di volo riscontrata nella nostra permanenza in base e che non si è fermata neanche durante la Festa del 4 novembre. E così mentre da un lato tanti uomini erano al lavoro a far volare aeroplani per addestrare ottimi piloti del futuro, dall'altra parte altri Avieri erano al lavoro ad accogliere i visitatori e spiegare cosa servono le varie specialità presenti in base.

Gli Addetti al Servizio Antincendio hanno spiegato come bisogna interevenire in caso d'incidente,

Lo specialista dei seggiolini ejettabili indica quanto complesso ed indispensabile possa essere un sedile e come sia in grado di compiere tante operazioni nel tempo di un battito di ciglia per il solo fine di salvare una vita umana.

Finalmente abbiamo visto tante scolaresche e tanti bimbi in questo 4 Novembre, in ogni bimbo siamo sicuri è rimasto un bel ricordo di questa intensa mattinata in cui hanno anche imparato come ci si impegni a comprendere in anticipo come sarà il tempo di domani, in una sfida continua tra intelletto umano e tempo meterologico che si modifica e si evolve di giorno in giorno.

Ma alla fine soprattutto aeroplani da avvicinare, osservare, carezzare ma principalmente da provare, per avere l'emozione di sedersi su quel sedile, spostare la cloche e vedere tutti quegli "orologini" incomprensibili d'avanti al proprio sguardo.

Un bagno di folla questo 4 Novembre all'aeroporto di Galatina, quello dell'Hangar Centrale che ci osserva con le sue strutture metalliche fin dal 1937, quello dove furono ridipinte le Coccarde Tricolori, dove volarono i gialli Texan o i Macchini arancioni. Quello che tanti Pinguini ha visto spiccare in volo e che, con nuovi aeroplani, si appresta a spiccare un nuovo volo come un nero rapace che ghermisce la freccia del nemico cacciatore. Uno dei nuovi aeroplani sta imparando a volare e quale migliore giornata per farlo conoscere alla Gente del Salento se non proprio durante la Festa del 4 Novembre, Festa della Forze Armate 2014.

 

Silvio Pietropaolo

Print